Il catalogo è disponibile per il download digitale su iTunes e Believedigital.it

Carmelo Salemi & Tarabballà
“Le danze di Syraka” (ES 5391)

Una nuova prova dell’eclettismo artistico di questo grande musicista e compositore siciliano. Dieci anni fa il disco d'esordio, “Hybla”, lo aveva subito consacrato a livello internazionale come grande virtuoso di friscalettu, il flautino siciliano di cui Salemi è anche costruttore . La costante ricerca musicale sui suoni del Mediterraneo ci riporta oggi un Salemi particolarmente ispirato e maturo, con una manciata di brani che sanno essere al tempo stesso leggeri e adeguatamente calibrati per i timpani più esigenti.

ORDINA IL CD

Andrea Capezzuoli e Compagnia
“Leandra” (ES 5393)

Continua il viaggio di Andrea Capezzuoli e Compagnia, cominciato sei anni fa. In questo nuovo disco il gruppo ritorna verso casa e allo stesso tempo esplora nuove direzioni. Pur non dimenticando la danza, questo è un lavoro dedicato più alla musica d’ascolto, alle canzoni, alle storie, alle leggende della propria terra. Il risultato è la somma delle esperienze, delle ricerche, delle emozioni di quattro musicisti ormai legati da un percorso comune.

ORDINA IL CD

Lino Davide & Viamedina
“Uno lune e Monte” (ES 5389)

A cinque anni di distanza dall’uscita del CD d’esordio, Lino Davide ritorna con la sua band e con un nuovo progetto fra canzone popolare, folk d’autore e world music. Dieci brani inediti di sua composizione, realizzati con la collaborazione di alcuni fra i musicisti più esperti del genere sulla scena musicale partenopea. Solita classe, solita felice vena creativa, solita ambientazione acustica, tra plettri, fiati etnici, percussioni, archi ed armonizzazioni vocali.

ORDINA IL CD

Moncef Ghachem, Biagio Guerrera & Pocket Poetry Orchestra
“Quelli che bruciano la frontiera” (ES 5390)

Un disco di straordinaria attualità, interamente dedicato al dramma dei migranti nord-africani che sbarcano – quando non affondano prima - in cerca di fortuna sulle coste della Sicilia, crocevia involontario di una rivoluzione che rischia di lasciare un segno indelebile nella storia del Mediterraneo. Un’opera raffinatissima, costantemente in bilico tra reading letterario e musica, poesia civile e protest songs. Un mare - quello Nostrum - due grandi poeti e un ensemble musicale di straordinarie qualità racchiusi in un disco che va oltre ogni definizione.

ORDINA IL CD

Terrae - compagnia di musiche popolari
“Unknown people” (ES 5387)

Il nuovo lavoro della band messinese nasce dall’idea di raccontare, in musica, alcuni momenti significativi, e per lo più drammatici, della storia siciliana. Un disco maturo, di forte impatto musicale ed emotivo, nel quale alle sonorità consolidate del quartetto composto da violino, contrabbasso, chitarra classica e percussioni si aggiungono elementi elettronici, chitarre elettriche e voci femminili che espandono i riferimenti sonori verso una possibile ridefinizione della “world music” in “musica popolare contemporanea”.

ORDINA IL CD

A Fil de Ciel
“Vertigo” (ES 5388)

Molta acqua è passata sotto i ponti da quando, nel 2004, i cuneesi A Fil de Ciel pubblicarono il loro omonimo CD d’esordio. Il sound del gruppo è cambiato, si è evoluto, facendosi ancora più incisivo ed originale. Ma senza abbandonare la strada maestra, che li vede sempre impegnati a rielaborare – e in alcuni casi anche comporre – preziose melodie sacre e profane dell’area occitana che solca le vallate d’Oc dal Piemonte ai Pirenei. Tra gli ospiti di questo disco anche Davide Arneodo, eclettico polistrumentista già membro di A Fil de Ciel e oggi stabilmente in forza ai Marlene Kuntz.

ORDINA IL CD

Banda Brisca
“Io ballo brisco” (ES 5385)

Quindici anni di onoratissima carriera per una delle formazioni più conosciute e apprezzate del bal-folk nostrano. Un traguardo che la BandaBrisca festeggia con la pubblicazione (finalmente!) di un disco ufficiale, e per di più registrato dal vivo. Un disco caldo e coinvolgente, capace di far rivivere nel salotto di casa l’atmosfera magica e festosa delle migliori serate di danza.

ORDINA IL CD

Andrea Capezzuoli / Francesco Nastasi
“...per far legria ai siuri de Milan” (ES 5386)

Piffero e musa erano un tempo i protagonisti incontrastati di tutte le feste nel «distretto musicale» delle 4 provincie. Poi è arrivata la fisarmonica, uno strumento molto più duttile ed eclettico, e questa formidabile coppia è andata via via scomparendo. Nastasi e Capezzuoli, rodati musicisti del folk lombardo incontratisi nelle session della BandaBrisca, provano ora a reinventare questo antico sodalizio, con un disco molto particolare, quasi didattico e sicuramente di grande fascino.

ORDINA IL CD

Tendachënt
“Arnèis” (ES 5383)

Gli arnèis in piemontese sono gli arnesi, i ferri del mestiere, cui la band di Maurizio Martinotti rende doveroso omaggio con questo disco che segna il ritorno ad un suono acustico, dove gli arrangiamenti, essenziali ma poderosi, mettono in risalto proprio i colori degli strumenti utilizzati e l’intreccio delle loro timbriche. A quattro anni di distanza dall’uscita dell’ultimo apprezzatissimo «La Valle dei Saraceni», Tendachënt si sono lanciati con entusiasmo in questo nuovo progetto.

ORDINA IL CD

Ariondassa
“Campagne grame” (ES 5384)

Terzo capitolo dell’avventura discografica dell’Ariondassa. Tra un concerto e l’altro, i nostri sono riusciti a confezionare un disco elegante, brioso, finemente arrangiato e con un repertorio di grandissimo interesse. Rispetto al passato l’impasto sonoro dell’ensemble si è fatto ancora più maturo e ha ormai acquisito tratti che lo rendono unico e inconfondibile.

ORDINA IL CD

Veziana
“Alba auba aurora aurore” (ES 5381)

Veziana, 'gioiosa' in occitano medievale, è un ensemble dell'area pirenaica le cui musiche nascono da un incrocio di cammini. A partire dal Medio Evo fino ai nostri giorni, da una parte all'altra deths Pirènèus, nasce e si sviluppa un patrimonio invisibile ma ben radicato di sonorità, di pratiche e di emozioni musicali che si sono incrociate, mescolate fino a divenire un tutt'uno. Un amalgama inscindibile che prende corpo in questo disco, dove troviamo forme di espressione e strumenti musicali di origine sia colta che popolare, con l'impasto delle voci, la viola da gamba, l'arpa, il qanoun, la ghironda, le cornamuse e le percussioni.

ORDINA IL CD

Suonabanda
“La bella è entrata in ballo” (ES 5382)

Riparte da Riolunato, centro di montagna sull’Appennino modenese, il viaggio musicale di uno dei gruppi protagonisti in passato del folk revival italiano. Il disco segna il punto d’arrivo di un importante lavoro di recupero e reincisione di un repertorio di vecchie canzoni legate alle tradizioni locali, una su tutte quella del Maggio delle Ragazze, che a Riolunato viene celebrato ogni tre anni in forma assolutamente unica.

ORDINA IL CD

Andrea Capezzuoli e Compagnia
“Tutto per amore” (ES 5380)

Torna dopo un anno esatto dall’uscita di “Suonato coi piedi” uno degli ensemble acustici più apprezzati del momento. “Tutto per amore” raccoglie i brani più significativi del repertorio attuale del gruppo: le danze del Québec, la musica francese e bretone, il suono moderno ed improvvisativo del sax, la sezione fiati, i canti, con le composizioni e gli arrangiamenti di Andrea Capezzuoli e Compagnia.

ORDINA IL CD

Pìvari Trio & Compagnia del Maggio di Frassinoro
“E ghè pü temp che vitta”

Prosegue il sodalizio tra i Pìvari e i cantori del Maggio, già felicemente assieme ne "La terra che mi porta", del 2005. "E ghè pü temp che vitta" è un disco maturo e convincente, frutto di un lungo cammino tra il Messico, l'Emilia Romagna, la Germania e le Isole Faroer. Una sorta di concept album, racconta della vita dalla nascita alla morte, dal primo all'ultimo respiro, da un letto all'altro su cui apriamo e chiudiamo la nostra esistenza.

ORDINA IL CD

Enzo Avitabile
“Napoletana” (ES 5378)

Il nuovo album di Enzo Avitabile, “Napoletana”, è un progetto artistico che nasce da una grande volontà di recupero dell’antico lirismo napoletano. Un progetto-ricerca che si ricongiunge naturalmente alle fonti sonore, fatte di canti di lavoro e villanelle, ma che al contempo è costituito da canzoni completamente inedite scritte nel cemento della città, con uno sguardo al passato ed il cuore che respira l’odore del futuro.

ORDINA IL CD

Talèh
“Ratapuntu” (ES 5379)

Un lavoro di alta sartoria musicale questo “Ratapuntu”, che in siciliano è la rifinitura che si fa a macchina a completamento della cucitura. Una metafora della trama artistica dell’album, che proprio come la accurata e delicata confezione di un “capo” sartoriale, accoglie l’esperienza di questo esplosivo ensemble ragusano, che da oltre un decennio canta e regala la tradizione popolare della sua terra.

ORDINA IL CD

Picotage
“Je n'irai plus aux champs” (ES 5376)

Dopo la raccolta dedicata ai Noëls, il gruppo torna a confrontarsi con il repertorio della zona centrale della Francia. Per questa produzione il punto di riferimento principale rimane sempre quello della musica tradizionale, che Picotage ha però sapientemente mescolato con un suono che sa molto di progressive anni '60 - '70. Il risultato di questa operazione è ben riassunto nel gioco di parole che sposta la definizione di questo disco dalla classica musique du monde - alla francese -verso una inebriante musique d’Hammond!

ORDINA IL CD

Orchestra di Porta Palazzo
“Orchestra di Porta Palazzo” (ES 5377)

Finalmente il disco d’esordio dell’orchestra di Porta Palazzo, che mescola i suoni e i ritmi di quella zona di Torino, da sempre ospitale verso gli immigrati, dove c’è ogni giorno il mercato più grosso d’Europa: dalla musica delle vecchie osterie di Borgo Dora alle percussioni africane, senza trascurare le sonorità orientali e i ritmi sudamericani. Un album che ospita tutte le musiche del mondo nel contesto urbano di una grande città come Torino, paradigma di una multiculturalità senza paragoni in Italia.

ORDINA IL CD

Trigomigo
“Scuzà-ou aquì” (ES 5374)

In Val Varaita, nell’alta provincia di Cuneo che guarda verso la Francia, l’esecuzione in pubblico di molte canzoni tradizionali si conclude con “Scuzà-ou aquì!” (scusateci!) per ringraziare della pazienza. In questo caso Trigomigo vorrebbe anche ringraziare tutti coloro che pazientemente hanno atteso questo disco, ora finalmente disponibile. La lunga ricerca, formata sulle attente trascrizioni, correzioni e comparazioni, ha prodotto versioni delle liriche tradizionali estremamente rispettose delle fonti, rivestite dagli arrangiamenti originali del gruppo.

ORDINA IL CD

Aes Dana
“Far coasts... & lost tracks” (ES 5375)

Il 1 giugno 2007 una terribile malattia si portava via per sempre la magia delle note di Giuseppe Leopizzi, fondatore negli anni '80 di questa formazione palermitana. Celebrando il primo anniversario della sua scomparsa, coroniamo un piccolo sogno di Giuseppe che era proprio quello di ristampare il primo disco degli Aes Dana, pubblicato nel lontano 1987. Con la track-list originale, tre preziosi inediti, sempre in ambito celtico-mediterraneo.

ORDINA IL CD

A3
“Trasudando” (ES 5372)

Dalla cultura popolare, oracolo di sapienza e di saggezza, trae ispirazione e muove i primi passi il gruppo A3 con l'album d'esordio “Trasudando”. Un lavoro che affonda le proprie radici nella tradizione, in quella cultura con cui donne e uomini, vecchi e bambini, briganti e cumpari, hanno raccontato le loro storie.

ORDINA IL CD

La Moresca Antica
“Migrare” (ES 5373)

Il lavoro di ricerca sulle musiche della tradizione marinara si arricchisce di un nuovo capitolo: dopo Marinaresca e Li Turchi alla marina, la formazione guidata da Umberto Mosca e Angelo Maffezzoli presenta ora un disco di grande maturità e impegno, tutto incentrato sui temi dell'emigrazione per mare degli uomini e delle musiche. Molte le "chicche" e gli ospiti presenti nel disco, tra cui le splendide voci di Lucilla Galeazzi e Jack Coutts.

ORDINA IL CD

Ensemble Sinigaglia
"La crava mangia ij more" (ES 5370)

Enrico Negro, Mario Cosco e Ignazio Viola sono tre eccellenti chitarristi torinesi attivi da lungo tempo nel campo della musica classica. Ma poiché la musica non ha confini, il salto dalla classica al folk è stato facile, soprattutto per Negro che in questo campo vanta già una solida esperienza. Con la splendida voce di Paola Lombardo hanno concepito e realizzato questo omaggio a Leone Sinigaglia, grande padre nobile della canzone tradizionale piemontese.

ORDINA IL CD

Andrea Capezzuoli e Compagnia
“Suonato coi piedi!” (ES 5371)

Praticamente sconosciuta in Italia, la musica del Québec è una sorta di mélange tra la musica scoto-irlandese e la canzone francese. Accanto a violino, mandolino, chitarra e pianoforte, gli strumenti tipici di questo genere musicale sono il melodéon, il modello d'organetto più arcaico, e... i piedi, usati come potente base ritmica per danze sfrenate. Da sempre grande appassionato di questo genere musicale, Andrea Capezzuoli ha raccolto una manciata di standard québécois che vanno a comporre un CD frizzante e serissimo, a dispetto del titolo.

ORDINA IL CD

Coro Bajolese
“O Maria béla Maria” (ES 5368)

Continua con questo disco il percorso trentennale di sperimentazione del coro di Bajo Dora, per far conoscere sempre più alla radice la cultura orale della gente che vive in Canavese. Un percorso partito dalla ricerca e raccolta della tradizione orale della gente di quei luoghi. Questo nuovo lavoro è interamente dedicato alla ballata piemontese, non solo canavesana, nello stile corale e altamente suggestivo tipico di questa grande icona folk creata da Amerigo Vigliermo.

ORDINA IL CD

Esprit Follet
“Où Vont les Vieilles Lunes” (ES 5369)

Rinaldo Doro e Sonia Cestonaro, protagonisti di questo nuovo progetto, non sono veri e propri folletti ma ugualmente si sono divertiti a portare un salutare scompiglio nel mondo del folk con un disco brioso e carico di energia: valzer, polche, mazurke e scottish di inizio secolo, affiancate alle curente e monferrine provenienti dal Canavese.

ORDINA IL CD

Roberto Carlotti
“Il giardino di Sofia” (ES 5366)

L'apprezzato fisarmonicista milanese, dopo una lunga militanza al fianco di vari gruppi folk e di diversi cantautori, sforna finalmente un album tutto suo. Molti gli ospiti, tutti nomi ben noti del folk nostrano, quali Gabriele Coltri, Vincenzo Caglioti, Stefano Valla e Maurizio Dehò. Interamente frutto di composizioni originali, il disco scivola via delicato in un susseguirsi di melodie ballabili sì, ma destinate prima di tutto a chi intende la musica come un esercizio per le orecchie.

ORDINA IL CD

Domenico Torta e I Musicanti di Riva presso Chieri
“Saré l'uss e buté fòra 'l gat!” (ES 5367)

Dopo dieci e più anni di attività, giunge finalmente l'esordio discografico di uno dei gruppi più inventivi del panorama italiano, a cavallo tra musica, teatro e comicità. Marcette, one-step, fox-trot, valzer, mazurke, polche, brandi, curente, beguines, tanghi-canzoni, e brani tratti da noti canti popolari italiani si alternano in un disco molto atteso dai loro numerosi estimatori.

ORDINA IL CD

Ma’arìa
“Sugnari” (ES 5364)

Due donne, due voci straordinarie. Il ritmo delle percussioni, una chitarra. E la poesia - altissima - di Valeria Cimò, alle prese con frammenti di vita reale, ninne nanne, favola, sogno e alchimia. Ma’arìa significa stregoneria, incantesimo. E la formula magica mescola sapientemente gli ingredienti necessari per dare fascino e vigore all'opera prima di questa nuova formazione palermitana.

ORDINA IL CD

Tandarandan
“Adalgisiana” (ES 5365)

Tornano i Tandarandan, a due anni di distanza da “Epata, la musica delle stagioni”, con un progetto incentrato sulla musica da ballo. “Adalgisiana” vuole essere un omaggio a tutti gli anziani musicisti che la formazione spezzina ha incontrato lungo il proprio cammino, suonatori che con la loro arte hanno fatto divertire generazioni di ballerini.

ORDINA IL CD

Falafel Project
“Arcobaleno” (ES 5362)

Una nuova formazione nata tra i vigneti delle Langhe, guidata da un personaggio storico del folk revival piemontese quale Silvio Orlandi. Il disco mescola musica tradizionale e sonorità moderne, con aperture al rock e al jazz.

ORDINA IL CD

Meikenut
“REV” (ES 5363)

Un incontro tra antico e nuovo, tradizione e innovazione: questo il tema portante del CD di questo giovane quintetto biellese. Il disco offre un repertorio composto prevalentemente da brani della tradizione locale arricchiti da freschi e vivaci arrangiamenti etnici.

ORDINA IL CD

Sancto Ianne
“Mò siente” (ES 5360)

Dopo il grande successo di “Scapulà”, l’album del 2002 che li ha rivelati e consacrati come una delle più belle realtà della scena folk italiana, Sancto Ianne pubblicano ora una nuova prova altrettanto convincente. Ospite del nuovo disco Faisal Taher, che ha prestato la propria voce in “Uocchie”, il brano che è valso al gruppo la vittoria nel concorso Voci per la Libertà 2005 di Amnesty International.

ORDINA IL CD

Laura Conti & Eivadòr
“Nòse Amor” (ES 5361)

Un disco sulla tradizione piemontese che nasce come evoluzione del lavoro iniziato nel 2001 con “A l'arbat del sol”. Questa volta la grande interprete si avvale della collaborazione di Eivadòr e di Maurizio Verna, raffinato chitarrista e arrangiatore capace di rivestire in modo molto personale i brani tradizionali.

ORDINA IL CD

Enzo Avitabile
“Sacro Sud” (ES 5358)

Folkclub EthnoSuoni ha l’onore di annunciare la pubblicazione di “Sacro Sud”, il nuovo album di Enzo Avitabile, grande e famoso sassofonista e cantante soul, avvicinatosi prepotentemente alla cultura etnica mediterranea con una sensibilità straordinaria.

ORDINA IL CD

Pau i Treva
“Pau i Treva” (ES 5359)

Pau i Treva, pace e tregua. Mille anni dopo il famoso editto medievale, la guerra è invece ancora una triste realtà… La musica non può certo cambiare il mondo, ma può lanciare piccoli segnali di pace, di coesione sociale. E questo è quanto si propone di fare questo progetto musicale, che raduna musicisti piemontesi, occitani, catalani e valenciani, ciascuno con il proprio bagaglio di esperienze.

ORDINA IL CD

Mireille Ben Ensemble
“Miniatures” (ES 5356)

Facendo perno sulle indiscusse qualità vocali di Mireille Ben, il gruppo ripercorre le strade della canzone francofona tradizionale sviluppando composizioni dalla ricca miscela ritmica ed armonica. Un disco che segna una svolta rispetto ai precedenti lavori di questa grande cantante transalpina.

ORDINA IL CD

63 Strings, feat. Manomanouche
“63 Strings” (ES 5357)

Una inconsueta ma graditissima incursione musicale nel mondo del Gypsy-Jazz. Ne è protagonista un trio di musicisti italiani molto noti e apprezzati nel genere Manouche. Con loro, in questo originale progetto, l'arpista statunitense Park Stickney.

ORDINA IL CD

Quartetto Tamborini
“Ël giardin dl'amor” (ES 5354)

Ritorna con un nuovo album il quartetto d'archi piemontese già apprezzato per le sue originali interpretazioni a cavallo tra la musica classica e quella folk. Al centro dell'attenzione in questo caso altre composizione originali accostate a brani di autori piemontesi dei secoli XIX e XX.

ORDINA IL CD

La Moresca Antica
"Marinaresca" (ES 5355)

In Italia è presente un vasto ed affascinante repertorio di canti di mare, che, al contrario di quanto avviene in altre Regioni d'Europa, non è eseguito di frequente: la ristampa del primo disco de La Moresca Antica, storico gruppo a cavallo fra musica antica e popolare, colma questa lacuna.

ORDINA IL CD

Terrae
“38° parallelo instabili terre” (ES 5352)

Con gli occhi puntati a sud del 38° parallelo, l'esordio discografico di "Terrae - compagnia di musiche popolari" riannoda idealmente i fili di una convivenza passata, esplorando la propria memoria per metterla in relazione con altre culture e musiche vicine. Musica di tradizione e di innovazione, che fa risuonare echi popolari (siciliani, andalusi, maghrebini) in contesti moderni, che piega gli strumenti classici ad esigenze espressive popolari, che scompone i mondi sonori di riferimento e li ricompone in modo personale.

ORDINA IL CD

Viamedina
“Viamedina” (ES 5353)

Via Medina è una strada di Napoli a ridosso del porto, la linea di confine fra la città e il mare, punto d'incontro di culture e genti diverse. Nei vicoli adiacenti c'erano un tempo i locali notturni dove si mescolavano i tanghi e le tarantelle, il blues e le tammurriate, il jazz e le canzoni popolari. Scomparsi quei locali, oggi Viamedina rivive in questo interessante progetto musicale, che partendo dalle melodie, dal dialetto, dagli strumenti della tradizione partenopea, ha intrapreso altre strade per arricchire di nuova linfa un già† ricco patrimonio di memorie secolari.

ORDINA IL CD

Ariondassa
“In cerca di grane” (ES 5350)

Nuovo capitolo discografico per questo gruppo piemontese nato da una costola dei Tre Martelli. Obiettivo del disco è - ancora una volta - quello di esplorare il vasto repertorio proprio di una terra dove il piacere per la buona tavola e per il vino si legano ancora alla gioia dello stare in compagnia: musiche e canti di osteria, di lavoro e narrativi, interpretati con la consueta vèrve che da sempre caratterizza l'Ariondassa.

ORDINA IL CD

Carmelo Salemi
“A sud dell'anima” (ES 5351)

Dopo Hybla, il fortunato disco d'esordio del 2002 tutto incentrato sull'eccezionale virtuosismo tecnico al friscalettu, ecco ora un'opera più completa, che mette in luce la poliedricità di questo grande artista siciliano. Viaggio a sud dell'anima è un disco maturo, dove alle grandi doti di musicista Salemi affianca quelle di compositore, cantante e raffinato arrangiatore.

ORDINA IL CD

Pivari Trio & Compagnia del Maggio di Frassinoro
"La terra che mi porta" (ES 5348)

Il lavoro ha origine da una ricerca sui canti sacri di tradizione popolare commissionata dal Comune di Nonantola, nel Modenese. Canti di ringraziamento, brani di provenienza liturgica, canti della Passione, melodie schiettamente popolari per i giorni di festa: un patrimonio in via di estinzione salvato e fissato su questo disco grazie anche alle registrazioni sul campo e alle preziose testimonianze di anziani informatori dell'Appennino emiliano.

ORDINA IL CD

Tendachënt
"La Valle dei Saraceni" (ES 5349)

Terzo capitolo nella discografia del gruppo nato nel 1997 dalla storica formazione piemontese La Ciapa Rusa. Conservando il sound moderno tinto di sonorità elettriche, che rappresenta il suo marchio di fabbrica, Tendachënt con questo disco accentua la spinta verso suoni e ritmi sempre più mediterranei.

ORDINA IL CD

Tandarandan
"Épata" (ES 5346)

Primo disco ufficiale di questo gruppo di ricerca e riproposizione etnomusicale che reinventa il repertorio tradizionale delle zone tra la Lunigiana e lo Spezino. Nel loro album troviamo ghironda, baghet, flauti, percussioni e vari strumenti a corde.

ORDINA IL CD

Donata Pinti e altri
"Noi siam nati chissà quando chissà dove" (ES 5347)

In occasione del 60° anniversario della Liberazione, un CD di canti partigiani nato nel Piacentino, una delle zone d'Italia dove la Resistenza ha segnato in modo indelebile il territorio e le sue genti. Protagonisti dell'opera le voci di Donata Pinti e Betti Zambruno, accompagnate da Silvano Biolatti, Gianpiero Malfatto e Piercarlo Cardinali, piacentino doc e regista di questo importante progetto musicale.

ORDINA IL CD

Enrico Negro
"Rosso rubino" (ES 5344)

Per la prima volta la chitarra è protagonista di un disco di folk-revival piemontese. È di grande suggestione l'opera prima in qualità di solista di Enrico Negro, raffinato chitarrista con un curriculum fondato su una solida formazione classica e una intensa attività nel campo del folk come elemento di spicco in progetti musicali quali Compagnons Roulants, Tendachënt, Dòna Bèla.

ORDINA IL CD

A Fil de Ciel
"A Fil de Ciel" (ES 5345)

Si respira l'aria pura delle vallate Occitane nella musica di questa nuova formazione piemontese. Il disco d'esordio coniuga tradizione e modernità, fornendo un prezioso contributo alla valorizzazione delle radici musicali di questo lembo d'Europa incastonato tra l'Italia e la Francia. Ospite d'eccezione, per questo disco, l'organetto di Riccardo Tesi.

ORDINA IL CD

Oliviero Biella
"Accade (pöl das)" (ES 5342)

Protagonista di molti progetti nell'ambito della musica tradizionale italiana, Oliviero Biella giunge ora all'esordio discografico in prima persona, tracciando un originale percorso nel solco della nuova canzone d'autore. All'album partecipano numerosi ospiti, tra cui Gabriele Coltri e Alfredo Savoldelli.

ORDINA IL CD

Giangilberto Monti
"la belle époque della Banda Bonnot" (ES 5343)

Jules Bonnot, operaio, anarchico e poi bandito, viene braccato per anni dalla polizia in piena Belle Epoque e diventa suo malgrado un eroe popolare. Henry-François Rey nel 1954 trasforma questa storia in una commedia musicale e ne affida le canzoni all'eclettico artista francese Boris Vian. Dopo lo spettacolo gli spartiti originali si perdono e l'opera viene riallestita solo nel 1970. Il fisarmonicista Louis Bessières ne rimusica alcuni spartiti, modificandone in parte i testi. Giangilberto Monti adatta in italiano le venti canzoni di Vian, per lo più inedite, musica quelle rimaste senza uno spartito e riconduce l'opera al suo ordine originale. Le composizioni più jazzate vengono mischiate a un'anima folk: il risultato è una intensa contaminazione tra musica colta e ritmi popolari.

ORDINA IL CD

Asteriskos
"Asino siculo" (ES 5340)

Nuovo capitolo dell'avventura intrapresa nel 2002 da tre grandi protagonisti della scena folk siciliana. Giancarlo Parisi, Massimo Laguardia e Tanino Lazzaro dimostrano di avere molte cose da dire sul tappeto delle 7 note, e propongono ora questo album maturo ed estremamente curato, con eccellenti brani d'autore accostati ad alcuni tradizionali interpretati con grande bravura.

ORDINA IL CD

Paola Lombardo - Donata Pinti - Betti Zambruno
"So sol d'amarti alla follia" (ES 5341)

Tre protagoniste della scena folk, forse le tre voci che oggi meglio rappresentano il cantare al femminile in Piemonte. Le diverse esperienze da cui provengono non hanno impedito loro di trovare forti elementi di coesione sia sui contenuti della proposta sia sulle modalità esecutive, con l'intento di fondere la tradizione del canto popolare con arrangiamenti originali.

ORDINA IL CD

Musicanti del Piccolo Borgo
"Fiore de tutti i fiori" (ES 5338)

Ristampa dei brani più significativi tratti dal fortunato album, già pubblicato nel 2000 da Teatro del Sole. Il disco contiene le versioni, splendidamente arrangiate ed eseguite dai Musicanti, di alcune delle più belle melodie della tradizione laziale e molisana.

ORDINA IL CD

Stefano Valla, Attilio Rocca, Ettore Losini
"Tilion" (ES 5339)

Un compleanno particolare con un regalo particolare per un personaggio particolare: Attilio Rocca è "Tilion", uno dei padri e custodi della tradizione popolare delle Quattro Province. Arrivato all'alba dei suoi primi 70 anni, Tilion ha visto radunarsi attorno a sé gli amici di sempre per una festa "in stile": un bicchiere di Gutturnio, un salame di Varzi e tanta buona musica dietro alla sua fisarmonica. Imperdibile!

ORDINA IL CD

La Lionetta
"Ballate 1978-1996" (ES 5336)

A grande richiesta ecco un album antologico che presenta brani tratti dai primi due dischi della popolarissima formazione torinese, usciti a cavallo tra gli anni settanta e ottanta e qui rimasterizzati su cd. La raccolta contiene inoltre due titoli inediti, un cartoon realizzato da Vincenzo Gioanola ed una accurata storia del gruppo (elaborata da Enrico Deregibus) con fotografie dell'epoca.

ORDINA IL CD

La Moresca Antica
"Li turchi alla marina" (ES 5337)

"Li turchi alla marina" è il secondo capitolo del libro che il gruppo lombardo sta scrivendo sul repertorio dei canti marinari. Dopo "Marinaresca", CD pubblicato nel 2000, questa nuova produzione conferma sapientemente l'approccio stilistico a cavallo tra la musica popolare e la musica antica.

ORDINA IL CD

CorOrchestra Cantarchevai
"Nadal encara" (ES 5334)

Coinvolgente album live per un originale coro di 22 elementi accompagnato da un ensemble di musicisti tradizionali. Il concerto, qui fissato su CD, si svolge sotto forma di viaggio musicale tra genti d'Europa intente a festeggiare il Natale, ognuno con le proprie atmosfere e sensibilità.

ORDINA IL CD

La Ciapa Rusa
"Diario di bordo" (ES 5335)

A sei anni dal suo scioglimento, ritorna La Ciapa Rusa per un unico irrepetibile concerto. La band monferrina è stata per quattro lustri un solido punto di riferimento nell'evoluzione della musica folk nord italiana: l'originale connubio fra una ricerca sul campo di stampo non accademico ed una riproposta musicale rispettosa della tradizione ma al tempo stesso ricca di spunti innovativi, che ha costituito il marchio di fabbrica del gruppo, ha fatto scuola fra le molte formazioni di folk revival nate a partire dai primi anni '80.

ORDINA IL CD

Raffaella De Vita e Roberto Cognazzo
"Macario, parole e musica" (ES 5332)

Camminando sotto la pioggia si può arrivare A Zonzo (paese di pace, paese di sole) per ballare il Mambo strambo cantando uno struggente Alleluia; chi gira nottetempo per questa Terra lontana incontra quasi sempre L'ultimo Gigolò che, mentre danza con una seducente Macariolita, non perde d'occhio Muciacita e Bruna Gitana.

ORDINA IL CD

Aes Dana
"Frontiera" (ES 5333)

Dopo molti anni di silenzio discografico, ritorna uno dei gruppi che in Italia meglio hanno saputo interpretare i suoni del mondo celtico. In questo album la formazione guidata da Giuseppe Leopizzi riesce a creare una miscela esplosiva di suoni celtici e mediterranei, fondendo il tutto con uno stile proprio, che nulla concede alle discutibili - e purtroppo numerose - operazioni di fusione "forzata" tra tradizioni musicali incapaci di comunicare senza stonare.

ORDINA IL CD

Giancarlo Parisi & Katia Pesti
"Terra celeste" (ES 5330)

"Terra celeste" é il nuovo progetto del vulcanico Giancarlo Parisi, uno dei principali fiatisti del nostro paese, che stavolta si accompagna con la pianista siciliana Katia Pesti. Il duo presenta un repertorio di musiche originali in cui elementi del linguaggio classico e colto si fondono con sonorità e linguaggi propri della musica etnica. All'interno di questo progetto hanno molto spazio gli incastri ritmici di provenienza minimalista, ottenuti con equilibrati giochi tra il pianoforte occidentale e i re-jong di origine balinese, suonati con tecnica personale da Katia Pesti.

ORDINA IL CD

La Lionetta
"Arzan" (ES 5331)

Dopo la straordinaria accoglienza di "Ottoni & settimini", il ritorno discografico di tre anni fa, la Lionetta, specchio musicale della Torino multietnica, ripropone la sua originale miscela di folk con un nuovo album intitolato "Arzan", che guarda alla grande tradizione della ballata europea ma anche della più schietta canzone d'autore.

ORDINA IL CD

Pìvari Trio
"Passa ripassa" (ES5328)

Si intitola "Passa ripassa" l'album d'esordio del Pivari Trio. Il gruppo ripercorre i momenti più salienti della ricchissima tradizione musicale dell'Appennino modenese, offrendo una rivisitazione appassionata e filologica. Non un'operazione agiografica comunque, ma lo spunto per riappropriarsi di un repertorio e plasmarlo secondo il gusto dell'ensemble

ORDINA IL CD

Suriscot Trio
"Phases" (ES 5329)

Prendete le musiche tradizionali eseguite con ghironda, violino e organetto diatonico, aggiungete una tastiera e miscelate il tutto con una buona dose di improvvisazione: questo è il progetto di Suriscot, un giovanissimo trio con una proposta musicale innovativa e coraggiosa, che stravolge gli abituali stilemi della musica folk.

ORDINA IL CD

Myriam Lattanzio
"Rosa, rabbia e sangue" (ES5326)

Una delle voci più belle della musica napoletana degli ultimi anni.
Vincitrice del Premio Recanati nel 1995, approda finalmente ad un meritatissimo e tanto sospirato disco d'esordio, che la vede accompagnata da una band raffinata e particolarmente "mediterranea".

ORDINA IL CD

Betti Zambruno & Tendachënt
"Al lung de la riviera" (ES 5327)

Dopo gli ottimi riscontri di "Canté Bergera" uscito nel 2001, Betti Zambruno torna con un nuovo lavoro discografico, "Al lung de la riviera". La nuova produzione è frutto della collaborazione della brava cantante astigiana con Tendachënt, il gruppo che da alcuni anni ha raccolto l' eredità de La Ciapa Rusa, vera pietra miliare del folk revival italiano degli anni '80/'90 e con cui la Zambruno già ebbe modo di esprimersi in passato. La splendida voce di Betti si cimenta in questo caso sul repertorio di Leone Sinigaglia, uno dei padri della musica tradizionale piemontese.

ORDINA IL CD

Sancto Ianne
"Scapulà" (ES5324)

Osannati da pubblico e critica fin dal loro esordio, i sei musicisti beneventani approdano finalmente al loro primo album ufficiale. Nell'estate 2001, vincendo il concorso per gruppi folk emergenti Folkontest di Casale Monferrato, hanno avuto la possibilità di tenere ben cinque concerti al Festival Interceltique di Lorient, dove hanno strabiliato gli addetti ai lavori aggiungendo successo a successo: la giuria del trofeo Dagan Celtic Cidre li ha infatti laureati "migliore formazione esordiente non celtica" partecipante alla prestigiosa rassegna bretone.

ORDINA IL CD

Asteriskos
"Amanca Luna" (ES5325)

Dopo alcuni anni di silenzio, torna con un nuovo nome ed una nuova formazione Giancarlo Parisi, celebre interprete della tradizione siciliana con la sua zampogna a paro, il friscalettu e mille altri strumenti a fiato della tradizione siciliana. Nel curriculum di questo strepitoso musicista non si contano le collaborazioni di prestigio: tra i tanti nomi pensiamo ai Chieftains, alla PFM (in cui ha militato per alcuni anni), e poi Fabrizio De Andrè, Eugenio Finardi, Fiorella Mannoia ecc.

ORDINA IL CD

Din delòn
"La rosa e la ramella" (ES5322)

Album d'esordio di una delle più interessanti formazioni del folk lombardo, capitanata da uno dei massimi esponenti della musica popolare di questa regione, Andrea Capezzuoli, che musica una serie di testi tradizionali di grande suggestione. Il progetto nasce dall'amore per il canto tradizionale, nelle sue varie espressioni.

ORDINA IL CD

E.Y.F.O. (European Youth Folk Orchestra)
"Enfants terribles" (ES5323)

Disco dal vivo della prima orchestra giovanile europea di musica tradizionale: un progetto nato a Vercelli nell'ambito dell'edizione 2001 di Folkermesse e supportato dall'European Network of Traditional Music and Dance, a cui hanno preso parte undici giovani musicisti provenienti da nove paesi europei. Ogni componente ha apportato il proprio repertorio, le proprie conoscenze, gli strumenti tradizionali del Paese di provenienza con risultati di grande suggestione e vitalità.

ORDINA IL CD

Carmelo Salemi
"Hybla" (ES5320)

Hybla è terra, città e divinità irraggiungibile per il suo splendore. A lei è dedicata l'opera d'esordio del giovane musicista Carmelo Salemi, suonatore di friscalettu, il flauto siciliano. L'album è un tributo alla sua terra (gli altipiani della Sicilia orientale), ai suoi paesaggi, tradizioni e cultura.

ORDINA IL CD

Trio Contempo
"Live au Folkclub" (ES5321)

Registrata dal vivo, una straordinaria e personalissima interpretazione del repertorio di tango argentino da parte di un trio tutto al femminile dove i virtuosismi non si contano, con chitarra, bandoneon e violoncello.

ORDINA IL CD

Urbalia Rurana & Maurizio Martinotti
"Territoris amables" (ES5318)

Urbalia Rurana riunisce alcuni dei solisti più attivi del Pais Valencian, zona di grande tradizione musicale. Di questa musica con solide radici nella storia millenaria del bacino del Mediterraneo, Urbalia Rurana è il primo, più vitale e qualificato portavoce. Martinotti, già fondatore e leader per vent'anni de La Ciapa Rusa, uno dei gruppi scuola del folk revival italiano, condivide da molti anni con il gruppo valenciano amicizia ed esperienze artistiche, che ora sfociano finalmente in una realizzazione discografica comune.

ORDINA IL CD

Betti Zambruno & Bärtavela
"Cantè Bergera" (ES5319)

Bärtavela significa in piemontese "chiacchiere di donne": è questo il nome scelto ironicamente per una nuova formazione interamente femminile. Il progetto nasce come omaggio alla grande cantante astigiana Teresa Viarengo e a tutte le donne che hanno conservato e tramandato nei secoli il ricco patrimonio della ballata piemontese.

ORDINA IL CD

I Musetta
"La vulp la va 'n tla vigna" (ES5315)

Una festa sull`aia, al suono di antichi strumenti contadini. Una musica semplice e sincera che sa ancora parlare al cuore. I Musetta vengono dall`Appennino piacentino e sono un quartetto composto da voce, piffero (una sorta di oboe popolare tipico dell`Appennino nord italiano), müsa (la cornamusa appenninica) e fisarmonica: questa è la quinta produzione discografica del gruppo.

ORDINA IL CD

Laura Conti & Ombra Gaja
"A l'Arbat dël Sol" (ES5316)

Secondo disco per questa formazione canavesana, fondata da due componenti del gruppo piemontese Tre Martelli: si tratta di un lavoro interamente dedicato al canto tradizionale. In questo cd il gruppo suggella la collaborazione da tempo attiva con Laura Conti, cantante di derivazione jazz che ha collaborato con grandi musicisti quali Giorgio Gaslini.

ORDINA IL CD

La Rionda
"Incantatrice" (ES5313)

Dopo anni di attesa, ecco finalmente il secondo album di uno dei più quotati ensemble di musica tradizionale ligure. Una proposta ricca di spunti interessanti che contribuiscono a mantenere sempre vivo l'interesse per un repertorio dove molto c'è ancora da scoprire.

ORDINA IL CD

Paul James & Mark Hawkins
"Horse" (ES5314)

Il nome di Paul James è indissolubilmente legato a quello della storica band inglese Blowzabella: ma questo geniale fiatista e compositore ha lavorato con tantissimi altri artisti e gruppi, quali Scarp e Ancient Beatbox. Più recentemente Paul James, in sodalizio con il tastierista e compositore Mark Hawkins, si è dedicato a scrivere musiche per documentari e per la televisione: il disco di esordio del duo rappresenta un'efficace miscela e sintesi di strumenti acustici e di elettronica.

ORDINA IL CD

Picotage
"Noël nouveau est venu" (ES5311)

Seconda opera di questo gruppo specializzato nell'esecuzione del repertorio proveniente dal centro della Francia. Il cd raccoglie canti ed arie sul tema del Natale, provenienti da Auvergne, Berry, Bearn, ecc. La formazione comprende ghironda, cornamuse, ance doppie, tastiere, voce.

ORDINA IL CD

Dòna Bèla
"Dòna Bèla" (ES5312)

Un confronto fra canti della tradizione provenzale e piemontese, nell'interpretazione di questa formazione di recente costituzione comprendente Renat Sette, cantante occitano dalla voce potente ed evocativa, Maurizio Martinotti, già fondatore e leader per vent'anni de La Ciapa Rusa ed ora di Tendachënt, ed un trio di musicisti italiani e francesi.

ORDINA IL CD

Le Vijà
"La cadrega fiorïa" (ES5309)

Creato per volere della Regione Piemonte, il gruppo comprende 11 tra i migliori e più affermati musicisti della scena folk piemontese, provenienti da Cantovivo, Ciapa Rusa, Compagnons Roulants, La Lionetta, Ensemble del Doppio Bordone.

ORDINA IL CD

Epinfrai
"Cercando" (ES5310)

Quattro giovani di talento propongono una straordinaria rilettura del repertorio tradizionale legato al suono del piffero, nobile ed arcaico strumento popolare dell'Appennino piemontese/lombardo/emiliano. Il rispetto della tradizione convive in questo debut album con larghe aperture all'improvvisazione jazzistica.

ORDINA IL CD

Quartetto Tamborini
"Quartettino Giocoso" (ES5307)

Valzer, mazurke, monferrine, romanze da camera: con un repertorio a cavallo tra la musica classica e quella folk, il gruppo ripropone le composizioni trascrivendole per il più classico degli organici "classici", il quartetto d'archi.

ORDINA IL CD

La Furlancia
"La Furlancia" (ES5308)

Nuova formazione comprendente ex componenti de La Rionda, che pone a confronto il repertorio ligure con quello di altre Regioni limitrofe.

ORDINA IL CD

Tendachënt
"Ori pari" (ES5305)

Con un nome differente ed un nuovo organico ritorna La Ciapa Rusa, uno dei gruppi più amati degli anni '80. Il repertorio propone la rilettura di alcuni classici del vecchio repertorio, con nuovi e moderni arrangiamenti.

ORDINA IL CD

La Lionetta
"Ottoni & settimini" (ES5306)

Ritorna, dopo una lunga pausa, uno dei gruppi storici del folk-revival italiano. Riscostituitasi nel '95, la band ha rinnovato il repertorio, sviluppando il discorso della nuova composizione ed accentuando l'approccio "trasgressivo" ai brani.

ORDINA IL CD

Ensemble del Doppio Bordone
"La notte di Natale" (ES5303)

Ristampa del secondo disco del più accreditato gruppo italiano di canti ed arie della tradizione natalizia. Nato nel 1991, l'Ensemble è un quintetto acustico che accompagna i canti tradizionali col suono di cornamusa, ghironda, armonium, violino e violoncello. Nel curriculum della formazione un consistente bagaglio di tournée in Italia, Spagna, Inghilterra, Svizzera, Austria, Belgio, Olanda e Germania.

ORDINA IL CD

Compagnons Roulants
"Jan Senso Terro" (ES5304)

Canzoni e danze del territorio occitano piemontese e francese: gli arrangiamenti elegantemente "minimalisti" e la splendida voce solista fanno di Compagnons Roulants una proposta straordinariamente innovativa.

ORDINA IL CD

Puoi trovare le nostre produzioni di prossima pubblicazione nella sezione NOVITA'